Sito ufficiale
SS Maceratese 1922

PAROLA AL NUOVO D.G. ENZO VISSANI

Maceratese purosangue e biancorosso nell’animo. Il nuovo direttore generale Enzo Vissani si presenta così:”La passione nasce , come per tanti maceratesi, grazie alle magie di Dugini e Turchetto. Ma anche delle stagioni di Cvetković e quella targata Melchiorri ho ricordi meravigliosi. Per me la Rata è una questione di cuore. Quando mi affacciavo da casa mia in via dei Velini e vedevo il fiume di tifosi che raggiungeva l’Helvia Recina era una sensazione unica. Vogliamo riavvicinarci il più possibile a quei tempi.” Di cosa si occuperà principalmente con questo nuovo incarico? “È un compito prevalentemente manageriale, andrò a trattare l’aspetto economico e logistico dei giocatori che approderanno da noi indicati dalla società. Inoltre seguire le relazioni commerciali con gli sponsor nell’ottica d’implementarli e svilupparli”. L’Eccellenza è una chimera o conserva delle speranze di ripescaggio? “Sono moderatamente ottimista per un eventuale salto di categoria ma non perché me lo dicono gli altri. Ho le mie ragioni”. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico avete scelto la continuità… “Assolutamente si, piena fiducia in Nocera e nel suo staff che ha la sfida di curare e gestire nel miglior modo possibile il settore giovanile a cui teniamo particolarmente”. Com’è il suo rapporto con il Presidente Crocioni? “Ottimo! C’è stima e rispetto reciproco consolidato nel tempo. Già nella scorsa stagione ci siamo confrontati spesso”. Se pensa all’annata appena conclusa? “Capitolo chiuso. Mi permetta di dire che qualche nostro ex calciatore ha avuto una caduta di stile facendosi fotografare con altre maglie quando, fino a prova contraria, è ancora oggi un nostro tesserato.” E la squadra che verrà? Può darci un’anticipazione? “Rispondo con una battuta: la vetrina è in allestimento e credetemi sarà davvero una bella boutique.”

Vai alla barra degli strumenti